Lei

Lei, forse sarà la prima che,
Io non potrò dimenticar,
La mia fortuna o il prezzo che, dovrò pagar;
Lei, la canzone nata qui,
Che ha già cantato chissà chi,
L’aria d’estate che ora c’è
Nel primo autunno su di me..

Lei, la schiavitù la libertà,
Il dubbio la serenità
Preludio a giorni luminosi oppure bui;
Lei, sarà lo specchio dove io,
Rifletterò progetti e idee
Il fine ultimo che avrò, da ora in poi.

Lei, così importante così unica,
Dopo la lunga solitudine,
Intransigente e imprevedibile.

Lei, forse l’amore troppo atteso che,
Dall’ombra del passato torna a me,
Per starmi accanto fino a che vivrò.

Lei, a cui io non rinuncerei,
Sopravvivendo accanto a lei,
Ad anni, combattuti ed avversità;
Lei, sorrisi e lacrime da cui,
Prendono forma i sogni miei,
Ovunque vada arriverei,
A passo a passo accanto a lei.
Lei, lei, lei.

WP_20160916_13_37_21_Pro.png

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Canzoni, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Lei

  1. Verena ha detto:

    che bella! Sia Lei che Lei

  2. La Prof ha detto:

    Una donna che riceve una dedica del genere, è sempre una donna fortunata. Spero che lei lo sappia.

  3. yashalblog ha detto:

    bravissimo! e poi nella homepage del blog la citazione di dalla…wow…complimenti

  4. lilasmile ha detto:

    Bella Lei! Ma anche la poesia non è male eh? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...