Voce ‘e notte – Eduardo Nicolardi

Si ‘sta voce te scéta ‘int”a nuttata,

mentre t’astrigne ‘o sposo tujo vicino…

Statte scetata, si vuó’ stá scetata,

ma fa’ vedé ca duorme a suonno chino…

Nun ghí vicino ê llastre pe’ fá ‘a spia, 

pecché nun puó sbagliá ‘sta voce è ‘a mia

E’ ‘a stessa voce ‘e quanno tutt’e duje,

scurnuse, nce parlávamo cu ‘o “vvuje”.

Si ‘sta voce te canta dint”o core

chello ca nun te cerco e nun te dico;

tutt”o turmiento ‘e nu luntano ammore,

tutto ll’ammore ‘e nu turmiento antico…

Si te vène na smania ‘e vulé bene,      

na smania ‘e vase córrere p”e vvéne,

nu fuoco che t’abbrucia comm’a che,

vásate a chillo…che te ‘mporta ‘e me?

Si ‘sta voce, che chiagne ‘int”a nuttata,

te sceta ‘o sposo, nun avé paura…

Vide ch’è senza nomme ‘a serenata,

dille ca dorme e che se rassicura…

Dille accussí: “Chi canta ‘int’a ‘sta via

o sarrá pazzo o more ‘e gelusia!

Starrá chiagnenno quacche ‘nfamitá…

Canta isso sulo…Ma che canta a fá?!

Questa voce è stata pubblicata in Canzoni e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Voce ‘e notte – Eduardo Nicolardi

  1. poetella ha detto:

    straordinaria la canzone… straordinaria Mina!

  2. poetella ha detto:

    L’ha ribloggato su Poetella's Bloge ha commentato:
    un’indimenticabile canzone. Una insuperabile Mina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...