La Doccia – Charles Bukowski

Dopo ci piace fare la doccia

io l’acqua la voglio più calda

di quanto la voglia lei

e la sua faccia è mite e serena

Prima mi lava lei

mi insapona le palle

solleva le palle

le spreme

poi lava l’uccello

“Ehi, è ancora duro!”

poi insapona i peli

il ventre, la schiena

il collo, le gambe,

io sorrido, sorrido, sorrido

e poi sono io a lavare lei

ancora un bacio

ed è lei la prima ad uscire

si asciuga

a volte canta

mentre rimango dentro

apro l’acqua calda

e mi godo il miracolo dell’amore

Linda, sei tu che me l’hai regalato.

Quando me lo porterai via,

fallo lentamente,

con destrezza

come se stessi morendo nel sonno

e non da sveglio.

E così sia.

C.-Bukowski-604x272

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Charles Bukowski e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La Doccia – Charles Bukowski

  1. Antonio Tomarchio ha detto:

    Un poeta e forse anche un genio. Bukowski, intendevo. 🙂

  2. agersocialslow ha detto:

    Particolare ma passa dall’indicibile al puro desiderio che si avveri (tutto!). Saluti

  3. simogabri1967 ha detto:

    Vita. Di più non si può dire. O forse si…solo lui, però, può dirlo!
    Buck per sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...